HOME     CONTATTI     REGISTRATI  
    SABATO 05 DICEMBRE 2020
INCARICHI RICOPERTI

Incarichi Ricoperti

Dal 1995 al 2000 ha guidato il Coordinamento Nazionale dei Docenti Precari delle scuole statali e non statali e ha contribuito, in maniera determinante, alla approvazione della legge sui corsi abilitanti, che ha portato all’assunzione, nei primi due mesi del Governo Berlusconi, di 60.000 insegnanti nelle scuole statali.

In provincia di Siracusa hanno partecipato ai corsi previsti dalla legge circa 3000 docenti di cui oltre 500 sono stati già assunti e gli altri risultano
nella graduatoria per i quali la stessa legge ne prevederà lo scivolamento per la copertura del 50% dei posti che si renderanno disponibili.

Dal 2002 ha ricoperto l’incarico di Assessore alle Politiche Scolastiche ed Educative, all'Edilizia Scolastica, alla Protezione Civile e alla Ricostruzione post-sisma nel Comune di Siracusa... LEGGI TUTTO

ALCUNI RISULTATI

Alcuni Risultati

Da Deputato Regionale nella XV Legislatura

  • 34 Disegni di legge
  • 27 Interrogazioni Parlamentari
  • 2 Interpellanze
  • 22 Mozioni
  • 17 Ordini del giorno

Da Assessore al Comune di Siracusa

  • 17 nuove scuole
  • 31 edifici dismessi su 37 in affitto, con un risparmio di un milione e mezzo di euro di affitto l'anno
  • 30 scuole su 31 messe a norma
  • 30 milioni di euro investiti di cui oltre 10 milioni di euro attingendo a finanziamenti regionali e statali
  • 4 le nuove scuole ancora in costruzione
EDILIZIA SCOLASTICA

Edilizia Scolastica

Dal 2003 ad oggi sono stati dismessi 31 edifici in affittto destinati, in prevalenza, ad attività scolastiche con un risparmio, per i cittadini, di diversi milioni di euro all'anno.

E' stato così possibile realizzare nuove scuole, mettere in sicurezza altre strutture scolastiche e recuperare spazi e locali per altre importanti attività comunali:

  • Scuola dell'Infanzia - Via delle Gardenie - Cassibile
  • Scuola dell'Infanzia - Via delle Petunie - Cassibile
  • Palestra - Via Siracusa, 50 - Belvedere
  • Scuola Media "Galilei" - Via Pio X - Belvedere
  • Scuola Media "Galilei" - Via Ippolito Nievo - Belvedere
  • Scuola Primaria - Via Monte Carega - Epipoli
  • Scuola dell'Infanzia - Via Stromboli - Epipoli

PROTEZIONE CIVILE

Protezione Civile

Per la prima volta la città di Siracusa si è dotata di un piano di emergenza che consentirà di affronatre, in modo razioanle ed efficace, tutte le calamità.

Particolare attenzione è stata rivolta alle associazioni di volontariato, valorizzando capacità e competenze, esaltando sinergie e cooperazione

  • Piano d'emergenza di Protezione Civile
  • Alluvioni 2003-2005, gestione dell'emergenza e assistenza alla popolazione
  • Gestione incendi boschivi
  • Eurosot, esercitazione a livello nazionale
  • Extracomunitari, soccorso e accoglienza
  • Ambulanza per servizio di primo soccorso Solarino
  • Realizzata la prima via di fuga dal centro cittadino di Belvedere
RICOSTRUZIONE

Ricostruzione

La legga 433 del 1991 ha finanziato il consolidamento ed il restauro di monumenti ed edifici di proprietà pubblica di rilevante valore artistico-culturale e la realizzazione di importanti opere di protezione civile.

E' stato recuperato, così, uno straordinario patrimonio per il quale, ora, occorre deinire un modello di gestione efficace e moderno. Cospicui, inoltre, i finanziamenti a fondo perduto per i privati.

  • Teatro Comunale
  • Chiesa di San Francesco di Paola ed ex convento dei Minimi
  • Liceo Classico Gargalo
  • Area attendamenti e container
  • Case popolari, via Antonello Da Messina
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
COMUNICATI STAMPA

VINCIULLO – Utilizzare le risorse europee per costruire il Nuovo Ospedale di Siracusa, ma bisogna fare in fretta. [09 Nov 20 10:46]
Siracusa, 9 novembre 2020: La Regione Siciliana è stata classificata come territorio arancione, insieme alla Puglia. Tutti, discettando sull’argomento, sono giunti alla conclusione che questa decisione, prevista nell’ultimo DPCM, sia dovuta all’insufficiente risposta sanitaria che il Servizio Sanitario Regionale è in grado di offrire e garantire ai cittadini.
Ma cosa ha fatto l’attuale Governo regionale negli ultimi tre anni per invertire la rotta e dare risposte concrete ai siciliani?
Nulla o quasi e il nostro sistema sanitario si regge solo sull’abnegazione del personale sanitario. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo.
A tal proposito, un caso emblematico è quello rappresentato dal Nuovo Ospedale di Siracusa.
Il 30 dicembre 2009, dalla Commissione Sanità, di cui ero il deputato-segretario, sono stati stanziati 130 milioni di euro, di cui 105 milioni ex art.20 della legge 67/88, ma queste somme, negli anni successivi, grazie all’intervento almeno improvvido e scomposto dell’Amministrazione Garozzo-Italia, che fece una proposta, poi non accolta, di cambio di area, sono state destinate ad altre strutture sanitarie di altre province.
Alla luce di quanto accaduto, l’azione del Comune la possiamo paragonare, senza paura di essere smentiti, a quella di una vera e propria quinta colonna a danno della propria città.
Dopo di che, l’Amministrazione Italia, questa volta, ha accettato la proposta del Governo regionale di delocalizzare l’ospedale, di diminuire i posti letto e di classificare come di 1° Livello il Nuovo Ospedale di Siracusa.
La nostra protesta, a Palermo, sotto la sede dell’Assessorato regionale della Salute, assente e dormiente l’attuale Sindaco, è stata ascoltata: i posti letto sono aumentati e l’ospedale di Siracusa è stato classificato, come da noi fortemente richiesto, di Secondo Livello.
Ottenuto il risultato, ha proseguito Vinciullo, l’Amministrazione Comunale di Siracusa si è svegliata, cercando di accreditarsi il merito per il raggiungimento dell’obiettivo in cui solo in pochissimi avevano creduto e per cui avevamo combattuto.
Successivamente, l’azione dell’On. Prestigiacomo ha dato l’opportunità al nostro ospedale di avere una corsia preferenziale, ma, ad oggi, essa non si è ancora, purtroppo, concretizzata.
E vediamo perché:
1) E’ stato comunicato che il Prefetto di Siracusa era stato nominato Commissario ad acta, ma questo decreto di nomina, che saremmo ben lieti di vedere, non è mai stato pubblicato sulle Gazzette Ufficiali;
2) E’ stato dichiarato, urbi et orbi, che sono disponibili circa 180/200 milioni di euro per realizzare il nuovo ospedale, ma nel bilancio della Regione, posso assicurare, non esistono;
3) E’ stato detto che queste risorse sarebbero arrivate, in seguito, dall’ex art.20 della legge 67/88, ma la norma nazionale non è stata rifinanziata.
Manca, quindi, il decreto di nomina del Commissario quanto l’iscrizione certa delle somme stanziate, ripeto, a parole, ma non nei fatti.
Ed allora, bisogna uscire da questo pantano paludoso in modo chiaro, corretto, coerente e concreto, come è stato fatto per il provvedimento di ricostruzione del ponte di Genova.
Quali le soluzioni?
Come prima cosa, bisogna trovare le risorse!
In questi giorni, il Governo regionale sta discutendo su come utilizzare le risorse che potrebbero arrivare dal Meccanismo Europeo di Stabilità (MES), detto anche Fondo salva Stati, e dal Recovery Fund, cioè il Fondo di Recupero, ma di tutto si parla tranne che di inserire il Nuovo Ospedale di Siracusa.
Occorre, quindi, con forza, determinazione e chiarezza, chiedere l’inserimento del nuovo ospedale nell’elenco che la Regione deve inviare a Roma e che quest’ultima, a sua volta, dovrà inviare a Bruxelles.
Solo così potremmo avere la certezza che il nuovo ospedale si realizzerà. Questa proposta, inoltre, avrebbe una corsia preferenziale rispetto ad altre, perché il Commissario Europeo ha fatto sapere che le nuove strutture ospedaliere avranno la precedenza su tutte le rimanenti proposte che verranno inviate.
Se ciò non dovesse accadere, ha continuato Vinciullo, è chiaro che il nuovo ospedale di Siracusa non si realizzerà mai.
Ritengo necessario che dopo aver inserito il Nuovo Ospedale di Siracusa in questo elenco di opere finanziabili, con la precedenza, ben nota, riconosciuta dalla Comunità Europea, bisogna, subito, pubblicare il decreto di nomina del Commissario ad acta, indicando, contestualmente, il livello del nuovo ospedale, quantificando, in modo certo e concreto, le risorse necessarie per realizzare il progetto, perché non occorre ricordare che anche il parroco ebbe a dire alla madre badessa che “senza denari non si canta messa”.
Quale messa, infatti, dovrebbe cantare il Commissario ad acta se non ha a disposizione nemmeno le risorse per acquistare una risma di carta per fotocopie?
Infine, bisogna ricordare che nel capitolo della Regione, sempre relativo all’ex art.20 della legge 67/88, esistono, ancora, delle risorse minimali, queste devono essere immediatamente assegnate al Commissario ad acta almeno per poter fare muovere i primi passi al progetto, altrimenti il nuovo ospedale resterà una chimera, come l’Araba Fenice di cui tutti parlano senza sapere nulla sulla sua esistenza, in pratica, ha concluso Vinciullo, il nuovo ospedale rischia di continuare ad essere un fatto mitologico su cui ognuno può continuare a dire quello che vuole senza paura di essere smentito.
Usciamo dalla mitologia ed entriamo nella concretezza.


  Letta 12 volte
ARCHIVIO COMUNICATI
VINCIULLO – I locali del Liceo Classico non più in vendita. Accolta la mia proposta, che quindi non era sterile polemica, ma concreta e giusta del 28/Nov/2020
VINCIULLO – Il Governo regionale ha definitivamente certificato che la provincia di Siracusa non fa più parte della Regione Siciliana! Esclusi dalla ripartizione dei fondi del Recovery Fund. Inviato a Roma un elenco di progetti delle 8 rimanenti provin del 24/Nov/2020
VINCIULLO – Eccellente lavoro della ex Provincia, sbloccati i lavori per 5 strade finanziate nella scorsa Legislatura. del 21/Nov/2020
VINCIULLO – Definitivamente spogliata la provincia di Siracusa! Colpite in modo particolare le infrastrutture, nel silenzio complice ed assordante dei tanti laudatori e sostenitori dell’Assessore al ramo, spesso portato in giro, senza rossore, per la del 20/Nov/2020
VINCIULLO – S.P. 23 Palazzolo-Giarratana, dopo i proclami, l’amara verità tutto rinviato all’anno prossimo, nonostante il comunicato stampa con cui si annunciava che i lavori erano stati appaltati del 17/Nov/2020
VINCIULLO – Strada extraurbana Cava Marina – Mascà nel Comune di Cassaro, dopo 12 anni la Regione liquida 186.035,16 euro del 11/Nov/2020
VINCIULLO – Aggiudicati i lavori sul cavalcaferrovia della S.P. 47 Lentini – Carlentini – Agnone. Ulteriore risultato positivo della ex Provincia. Le risorse arrivano dalla scorsa Legislatura del 11/Nov/2020
VINCIULLO - Strada Provinciale 8 “Pachino-Maucini”, aggiudicati i lavori del 10/Nov/2020
VINCIULLO – Prorogati al 31 marzo gli attestati di esenzione ticket per i soggetti economicamente fragili. del 10/Nov/2020
VINCIULLO – Utilizzare le risorse europee per costruire il Nuovo Ospedale di Siracusa, ma bisogna fare in fretta. del 09/Nov/2020

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Successive >

ARTICOLO DEL GIORNO
La Sicilia
11 Luglio 2012
Alta tensione
via i tralicci



Visita La Rassegna Stampa
 
 




Clicca sulle miniature per ingrandire le immagini

 
VINCENZO VINCIULLO L'IMPEGNO POLITICO ATTIVITA' PARLAMENTARE
RASSEGNA STAMPA LA POLITICA NEI FATTI LASCIA UN COMMENTO
Copyright ©
vincenzovinciullo.com
HOME     CONTATTI